PROGETTI DIDATTICI
Premessa
Il Comune di Luino, negli anni passati, ha realizzato alcune iniziative di educazione al patrimonio culturale in collaborazione con gli Istituti scolastici presenti sul territorio finalizzate a far conoscere agli studenti i luoghi e i beni di interesse culturale. In tale prospettiva, divulgativa ed educativa in senso proprio, l’archivio Sereni rappresenta uno dei luoghi/beni di maggiore interesse e valore, per diverse ed evidenti ragioni.
Il legame profondo e particolare di Sereni con Luino; la possibilità di ritrovare i luoghi citati nella sua opera e di coglierne il significato in un percorso di conoscenza diretta e di studio; l’archivio inteso come “bene culturale” con regole di organizzazione e funzionamento specifiche; la possibilità di un confronto diretto con i documenti o con il materiale digitalizzato (in questo secondo caso per ragioni di salvaguardia del documento nella sua integrità fisica); la disponibilità della biblioteca privata del poeta con numerosi volumi annotati, con dediche e inserti; il confronto tra l’opera di Sereni e quella di altri uomini e donne di cultura del Novecento: questi alcuni dei numerosi spunti alla base della costruzione dei progetti.
Di seguito, in forma ancora preliminare, si presentano alcune delle attività laboratoriali realizzate, quelle più strutturate e articolate rispetto alla sola visita guidata che rimane comunque un momento importante per la conoscenza dell’Archivio e dalla quale spesso nasce la curiosità degli studenti che, in un momento successivo, anche individualmente, tornano a visitarlo magari decidendo di approfondirne alcuni aspetti per il lavoro di maturità o di tesi.
Alle attività hanno partecipato principalmente, ma non esclusivamente, studenti delle scuole superiori o universitari. Elemento fondamentale delle iniziative è stata la particolare attenzione al lavoro laboratoriale e alle attività di “conservazione”, intesa in senso tecnico.

SCOPRI I PROGETTI DIDATTICI

 

Le persone
Per l’archivio Sereni, le attività didattiche sono state curate da Tiziana Zanetti, responsabile dei progetti (con particolare attenzione al “diritto dei beni culturali” e alle attività di tutela in materia di beni archivistici e librari), con la responsabilità amministrativa di Simona Corbellini (Funzionario del Servizio Cultura, Sport e Turismo del Comune di Luino).
Numerosi esperti esterni hanno collaborato alla realizzazione dei progetti, tra questi hanno avuto un ruolo fondamentale Barbara Colli (studiosa di letteratura, filologa, già curatrice scientifica dell’Archivio Sereni); Ornella Foglieni (già Soprintendente ai Beni librari, Regione Lombardia); Pierluigi Piano (già direttore dell’Archivio di Stato di Varese); Paolo Zanzi (esperto di arte, fotografia e comunicazione storico artistica). Collaboratori interni all’ente sono stati: Nadia Fantato (responsabile della biblioteca civica); Anna Sassella (responsabile dell’archivio storico comunale); Sergio Sergenti (supporto fotografico).
Gli altri esperti, in particolare di letteratura italiana e storia, sono stati i docenti responsabili dei progetti per la scuola: il loro ruolo viene indicato nei singoli approfondimenti. Tra questi in particolare Marilina Comeglio ha fornito una consulenza specialistica in ambito storico e letterario per la costruzione del primo progetto denominato “Navigatore letterario” e, più in generale, per l’impostazione del lavoro didattico dell’Archivio.