Per la consultazione dei materiali dell’Archivio è necessario scrivere a: archivio.sereni@comune.luino.va.it.
La procedura è la seguente: viene richiesta la compilazione di un modulo per la consultazione e l’invio al suddetto indirizzo.
Il modulo deve pervenire compilato in ogni parte, con la dettagliata indicazione dei documenti di interesse. L’Archivio si riserva la facoltà di richiedere una descrizione integrativa del progetto di ricerca/studio nell’ambito del quale si inserisce la consultazione delle carte. Ricevuto il modulo, si prendono contatti per stabilire la data della visita negli orari di apertura dell’archivio (solitamente il martedì e il giovedì, dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18).
La consultazione avviene di norma attraverso l’uso dei CD rom che contengono la digitalizzazione dei documenti (o almeno la maggior parte); in caso di particolari necessità, è possibile visionare gli originali, previa valutazione delle esigenze specifiche. Se impossibilitati a raggiungere l’Archivio, si può ottenere nella maggior parte dei casi l’invio dei documenti.
Per la riproduzione dei documenti (tramite fotocopia, fotografia, scansione digitale) è necessario compilare il relativo modulo, così come per la richiesta di invio a distanza (in formato pdf).
L’accesso ai materiali è libero per quanto riguarda la produzione letteraria di Vittorio Sereni, mentre la consultazione delle lettere richiede l’autorizzazione del corrispondente o dei suoi eredi. Per alcuni documenti l’Archivio si riserva di chiedere un parere specifico alle Eredi Sereni.
Qualunque richiesta di pubblicazione dovrà essere sottoposta al Comune di Luino, che ne darà notizia al Comitato Scientifico dell’Archivio, e alle eredi Sereni in particolare, per ottenere una specifica autorizzazione che potrà essere corredata da eventuali indicazioni obbligatorie. Ove si tratti della pubblicazione di carteggi l’interessato dovrà acquisire le liberatorie da parte dei diversi soggetti coinvolti.
Si tenga conto di questo aspetto anche per una valutazione dei tempi.